biografia

Ritratto Raffaella 2Raffaella Giordana è artista visuale e scultrice.  Si occupa di progetti curatoriali e di allestimenti in Italia e negli USA.

Nata a Torino, dopo la maturità artistica e gli studi all’Accademia di Belle Arti, ha svolto attività di docente di Discipline Plastiche presso i Licei Artistici di Torino.

La sua primissima formazione è avvenuta attraverso le figure dei bisnonni paterni, nota coppia di artisti, tra l’ottocento parigino e quello torinese dell’Accademia.

A partire dagli anni ’70, in concomitanza con la nascita dell’Arte Povera, si consolida l’intesa umana e culturale con l’artista Giulio Mosca, di cui segue attentamente l’attività anche attraverso testi critici e sperimentazioni progettuali.

Un percorso di ricerca visuale essenziale la caratterizza, partendo dalla scultura ed esplorando il linguaggio concettuale dell’arte, in un primo tempo indagato ed estremizzato fino alla sospensione dell’immagine stessa. Attualmente la sua fotografia, intesa come laboratorio esperienziale, esplora filosoficamente la realtà percettiva, sviluppando un linguaggio espressivo che non vuole definizione nel medium, piuttosto ne cerca interpretazioni possibili.

E’ presente in varie esposizioni a carattere tematico. Nel 2008 una visita negli USA, con il marito Giulio Mosca, apre ad entrambe un’esperienza unica di lavoro e di vita: la riprogettazione del Museo dell’Emigrazione Italiana a Jersey City. Incomincia una stretta collaborazione (fino al 2012) che coinvolge in America e dall’Italia un team di professionisti. La sede ha una nuova veste, mantiene la tradizione e innova, diventando MACC Museo Arte Casa Colombo. Cura il progetto inaugurale, Inner Earth Project , di arte contemporanea e dei reperti identitari negli spazi rinnovati del museo, realizzandone inoltre l’allestimento. Casa Colombo è interpretata come un contenitore di storie narrate attraverso gli oggetti che vivono nell’energia simbolica della cultura originaria e comunicano il valore di traccia nel tempo. Percorso che continua ancora oggi, nello scambio con uno spazio in movimento, quello della città di Jersey City. Attualmente è co-curatrice per l’Italian Educational Center of The Arts At Casa Colombo (formely know as MACC).